Medicina dello sport

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ASINARA FOTOGRAFIA
I relatori del Congresso 2013

             

"Giornate Sportive a Portotorres"

XIII  edizione  2013

" Gli sport del mare"

 Portotorres  Hotel Libissonis  27-28 settembre 2013

   

“Il SOGNO SPEZZATO”

Vittorio e Piero Fresi

Partire dalla Sardegna per realizzare il grande sogno, un giro del mondo alle latitudini dei tre capi più famosi : Buona Speranza, ultimo lembo d’Africa, Leeuwin, in Australia, e Horn,la minacciosa punta estrema dell’America latina.Padre e figlio decidono di rompere l’ordinaria quotidianità per tuffarsi insieme nell’avventura, navigare nel paradiso-inferno di ogni velista, quel Grande Sud, tutto intorno all’Antartide, dove gli oceani non conoscono ostacoli, in un vorticoso carosello in cui le depressioni possono inseguire e mordere chiunque si frapponga loro. Un modo per mettere alla prova le proprie capacità, la propria resistenza, la propria passione, ma anche per affrontare un legame personale troppe volte dato per scontato, spesso conflittuale.

 

Il salvataggio dell'Onitron

“Il sogno spezzato” è il racconto della sfida di Vittorio e Piero Fresi, che tra il 2008 e il 2009, a bordo dell’amata Onitron I, hanno navigato per duecentotredici giorni attraverso l’Atlantico e lungo gli oceani meridionali, sulla mitica rotta dei clipper. Un obiettivo – il giro del mondo senza scalo con una classica imbarcazione da diporto- che s’infrange contro un’onda gigantesca nel Pacifico meridionale, ma che, a dispetto del naufragio e della perdita della barca, si trasforma in una profonda esperienza umana e nell’occasione per ritrovare un rapporto vitale fra padre e figlio.

Vittorio Fresi

Vittorio Fresi è nato a Sassari nel 1974. Dopo il diploma all’Istituto nautico di Porto Torres, lavora come istruttore presso la scuola nautica di famiglia. Nel 2008, a bordo di Onitron I Autoprestige, tenta il giro del mondo senza scalo per i tre capi in coppia con il padre Piero,che con la stessa barca aveva effettuato nel 2003 la doppia traversata atlantica in solitario e senza scalo sulla rotta Sardegna-Barbados.L’avventura di padre e figlio, raccontata in questo libro, si conclude con uno sfortunato naufragio, ma dopo qualche mese Vittorio riprende il mare attraversando l’Atlantico, in equipaggio, sulla rotta degli alisei. Oggi è impegnato nell’attività di noleggio nel golfo dell’Asinara e tiene corsi di navigazione a vela d’altura con l’associazione Zenit Vela Onitron Club, fondata insieme al padre e al  fratello Antonio in omaggio alla fedele barca perduta nell’oceano.  

 

L'equipaggio della nave che ha salvato i Fresi

ritorna  al programma

Il BAROTRAUMA POLMONARE raccontato direttamente da chi lo ha subito

 

Aldo Soro

Baia di Lavezzi

Spiaggia di Lavezzi

 

Agosto 2000, acque di Lavezzi-Corsica; un uomo di 41 anni in buona salute in assenza di patologia polmonare;non fumatore ed esperto apneista decide di fare un' escursione in apnea con due amici di cui uno con il respiratore ad aria compressa.

Durante l’immersione  raggiunge sempre in apnea a 12 m il compagno con il respiratore e respirandone l’aria compressa a più riprese continua ad esplorare  i meravigliosi fondali della baia di Lavezzi.Ad un certo punto

decide  di risalire comportandosi distrattamente come un apneista.Ma a  poca distanza dalla superficie la

pressione dell’aria intratoracica apre la glottide e la bocca  e haimè!  il danno è fatto! In rapida successione si verificano confusione mentale; conforto toracico;emiparesi destra + emiparesi sinistra; dispnea; collasso cardiocircolatorio  con polso flebile.

Questa incredibile storia è realmente accaduta al dott.Aldo Soro che ce  la racconterà venerdì 27 settembre al Congresso di Medicina e Cardiologia dello Sport "Gli sport del mare"

ritorna  al programma

Il SITO ARCHEOLOGICO SUBACQUEO DI CALA REALE

La dott.ssa Gabriella Gasperetti , direttrice della Sopritendenza dei Beni Archeologici della provincia di Sassari e Nuoro terrà una relazione sul sito archeologico di Cala Reale durante il Congresso "Gli sport del mare"

 

 

Fino al 15 settembre 2013, si potrà visitare il Relitto di epoca romana, che trasportava anfore contenenti prodotti a base di pesce, ora visibile a pochi metri di profondità, a poca distanza dal molo di Cala Reale. Sulla base della sperimentazione effettuata nel 2012, l’amministrazione comunale di Porto Torres, la Soprintendenza per i beni archeologici di Sassari e Nuoro, l’Ente Parco Nazionale dell’Asinara e il Cala d’Oliva Diving Center hanno deciso di rinnovare la collaborazione. Si tratta di un sito unico nel Mediterraneo: circa 39 mila reperti sono adagiati sul fondale, a soli sette metri di profondità.Le visite del sito, dovranno avvenire unicamente tramite il Cala d’Oliva Diving Center o comunque con il coordinamento del Diving, a cui devono riferirsi tutti i soggetti interessati alla fruizione.

ritorna  al programma

 

Umberto Berrettini , specialista in Cardiologia e Medicina dello Sport.Docente di Medicina Subacquea Iperbarica ,istruttore subacqueo master diving tre stelle CMAS , fotografo subacqueo e responsabile dell'assistenza medico-iperbarica del team subacqueo di Umberto Pellizzari.Relatore sull'immersione con ARA al congresso "Gli sport del mare"

Il libro sulla fisiologia dello spazio e degli abissi marini scritto da U.Berrettini e A.Landolfi.Per leggere il primo capitolo clicca qui

ritorna  al programma

Umberto Pellizzare nel suo record mondiale di apnea

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ASINARA FOTOGRAFIA

www.ambrosiafitness.it

Il contenuto delle pagine di questo sito , testi e fotografie , è di proprietà esclusiva dell'associazione Ambrosia , sede legale via Petronia  n 43 Portotorres   ( SS )  tel. e fax 079513053  :é pertanto coperto dal copyright e  non  può essere  riprodotto in toto o in parte senza un'autorizzazione scritta. .