Medicina dello sport

                                          Articoli e lavori scientifici

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ASINARA FOTOGRAFIA SAN GAVINO

L'ASMA , IL BAMBINO E LO SPORT  a cura di  Nuccia Piredda

Che cos’è l’Asma bronchiale?     

Come si manifesta l’Asma?

Cosa succede al bambino asmatico durante l’esercizio fisico? 

Quali sono gli Sport che possono più facilmente scatenare la crisi asmatica?

Quale Sport è consigliabile ad un bambino con Asma?

Quale Sport è consigliabile ad un bambino con Asma?

Lo sport nel bambino asmatico è importante dal punto di vista terapeutico?

Quali controlli deve effettuare un bambino con asma che pratica sport?

Che cos’è l’Asma bronchiale?             

 L’Asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree caratterizzata da un’aumentata reattività dell’albero tracheo-bronchiale a stimoli di vario genere: per esempio pollini, polvere, infezioni virali, freddo, esercizio fisico, stress emotivo, farmaci, cibi e additivi, fumo di tabacco ecc.Per la maggior parte dei soggetti asmatici, l’attività fisica può costituire un importante fattore scatenante le riacutizzazioni asmatiche. In Italia circa l’8% della popolazione è affetta da questa malattia, si calcola che 1 bambino su 10 abbia l’asma.

 Come si manifesta l’Asma?

 Si manifesta con episodi recidivanti di broncospasmo, dispnea, sibili, tosse, senso di costrizione toracica. Questi sintomi rappresentano la cosiddetta “Crisi asmatica”.L’asma è pertanto una malattia episodica le cui fasi acute possono intervallarsi a periodi di benessere (assenza di sintomi). 

Cosa succede al bambino asmatico durante l’esercizio fisico?

 I meccanismi dell’ostruzione delle vie aeree indotti dall’esercizio fisico sono principalmente legati al raffreddamento e riscaldamento delle vie aeree o alle alterazioni fisico-chimiche del fluido che riveste la superficie interna dei bronchi.Nei bambini e nei giovani adulti l’attività fisica e l’iperventilazione sono tra i più comuni fattori scatenanti le riacutizzazioni asmatiche di breve durata.Anche lo stress emotivo può essere un fattore scatenante attacchi asmatici, perché può provocare iperventilazione

 E’ importante l’ambiente nel quale il bambino asmatico pratica lo sport?

SI! L’attacco di asma da sforzo è notevolmente ridotto se l’attività viene svolta in ambiente umido piuttosto che secco.Uno studio ha evidenziato che la broncocostrizione è completamente abolita se il soggetto inspira aria satura di vapor acqueo (Strauss, RH et al 1978).Questo spiega perché il praticare marcia o corsa in una giornata umida e calda sia ben tollerato dai soggetti asmatici, così come il nuotare in piscina.Invece gli sport invernali che si praticano in ambiente con aria fredda possono scatenare l’attacco asmatico.L’importanza dei fattori ambientali è dimostrata dal fatto che attività diverse fra loro quali il ciclismo e la corsa in uguali condizioni di temperatura ed umidità inducono lo stesso grado di broncocostrizione

 

 Quali sono gli Sport che possono più facilmente scatenare la crisi asmatica?

 In ordine crescente sono:

Nuoto    Pallanuoto    Canottaggio   Sci di fondo   Pallavolo    Arti marziali    Danza   Marcia   Baseball    Calcio a 5    Basket   Tennis    Atletica Leggera (corsa veloce, salti)    Calcio    Ciclismo   Corsa Libera (mezzofondo, fondo).

(Il consenso non è unanime) (Riv. Broncopneum. Ped. Vol. VI, No 1, 1994).

 La Corsa libera ed il Nuoto si trovano ai due estremi della tabella

A favore del nuoto, oltre il tipo di sforzo e l’ambiente particolarmente favorevole (umidità e temperatura) giocano altri elementi, tra cui la regolarità degli atti respiratori, l’espirazione a labbra socchiuse, l’omogeneo rapporto ventilazione/perfusione legato alla posizione orizzontale, la spinta idrostatica sul diaframma.

 Quale Sport è consigliabile ad un bambino con Asma?

 La scelta dovrebbe cadere sugli sport meno asmogeni, che implicano sforzi relativamente meno intensi, di breve durata, caratterizzati da impegno costante e svolti in ambiente favorevole per esempio gli Sport acquatici.

Attività a basso rischio di asma

•Sport ad impegno misto aerobico anaerobico alternato:

            Giochi di squadra:Calcio, Basket, Pallavolo, Pallamano. Tennis

•Sport ad impegno aerobico (Sport di resistenza):Nuoto,Sci di fondo,Canottaggio, Canoa, Pattinaggio, Ciclismo.

•Sport di abilità: Tiro con arco, Tennis Tavolo

•Arti marziali

Attività a medio rischio di asma

•Sport ad impegno continuo aerobico-anaerobico( di velocità e resistenza): Atletica leggera (mezzofondo:800-1500m,400mh)Nuoto(100-200-400m), Canottaggio (500-1000)

Attività ad alto rischio di asma

•Sport ad impegno anaerobico alattacido e lattacido( sports di velocità e potenza):Atletica(100 ,200 e 400m, 110h), Ciclismo (velocità),Nuoto (50, 100m), Sci (discesa e slalom).

 

Quali regole deve seguire il bambino asmatico che pratica Sport?

Il bambino, se possibile, non dovrebbe né allenarsi né gareggiare nei giorni in cui i sintomi non sono ben controllati.Dovrebbe eseguire: un preriscaldamento della durata minima di 15-30 minuti, non particolarmente intenso, da effettuarsi prima dell’inizio dell’attività sportiva;  l’allenamento deve essere di tipo intermittente:  esecuzione di sprint brevi, anche ad intensità crescente, in n° di 10-12, della durata di 20-30 secondi ciascuno, intercalati da altrettanti identici periodi di recupero; utilizzare il naso come “condizionatore”: la respirazione attraverso il naso, finalizzata a filtrare, riscaldare ed umidificare l’aria, è essenziale per prevenire il verificarsi di asma da sforzo.

 

Quali sono i requisiti dell’attività sportiva ideale per il bambino con asma?

 Impegno Respiratorio non massimale con ventilazione profonda continua e regolare.

Utilizzo armonico e simmetrico della muscolatura respiratoria.

Che si svolge in condizioni climatico-ambientali favorevoli per temperatura, umidità, ventilazione, inquinamento e pollinazione.

 

Lo sport nel bambino asmatico è importante dal punto di vista terapeutico?

 Si!

L’attività fisica dovrebbe far parte del programma terapeutico dei bambini con asma da sforzo. E’ quindi importante incoraggiarli a continuare le abituali attività sportive e fisiche. Inoltre, data la buona efficacia della terapia farmacologia nella maggior parte dei casi d’asma da sforzo, il soggetto asmatico non dovrebbe rinunciare alle normali attività fisiche. Anzi uno degli obiettivi della terapia dell’asma è proprio quello di consentire al soggetto asmatico di affrontare qualsiasi ragionevole attività fisica senza problemi.

 Quali controlli deve effettuare un bambino con asma che pratica sport?

 Deve eseguire almeno una volta l’anno la consueta visita Medico-Sportiva compresa la Spirometria, e controllare periodicamente la terapia presso lo specialista pneumologo.

 

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ASINARA FOTOGRAFIA SAN GAVINO

www.ambrosiafitness.it

Il contenuto delle pagine di questo sito , testi e fotografie , è di proprietà esclusiva dell'associazione Ambrosia , sede legale via Petronia  n 43 Portotorres   ( SS )  tel. e fax 079513053  :é pertanto coperto dal copyright e  non  può essere  riprodotto in toto o in parte senza un'autorizzazione scritta. .