FITNESS E BENESSERE

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ASINARA FOTOGRAFIA SAN GAVINO

 

PILATES

BREVE STORIA

Questa attività ebbe origine circa un secolo fa, in Germania, nei pressi di Düssldford, a opera di Joshep Pilates, un ragazzino che si era messo a praticare una ginnastica tipo quella che oggi definiremmo body building con l’intento di migliorare la propria forma fisica. Era infatti gracile e malaticcio, tanto che temeva di poter contrarre la tubercolosi, ma inventò un sistema di ginnastica talmente efficace che a quattordici anni posava come modello per disegni atomici.

Successivamente diventò un appassionato sportivo: tuffatore, pugile, sciatore e persino acrobata da circo. Lasciò la Germania nel 1912 per recarsi in Inghilterra dove, allo scoppio della PrimaGuerra Mondiale,venne internato. Pilates sfruttò questo periodo di ozio forzato per perfezionare il suo metodo, che si proponeva come obiettivo il massimo benessere fisico. Battezzò questo sistema “muscle contrology” (tecnica di controllo dei muscoli). Il suo scopo era di realizzare un coordinamento totale tra corpo, mente e spirito, muovendosi per mezzo dei muscoli del corpo, e non contro o a spese dei muscoli stessi. Durante  l’internamento Pilates prestò la sua opera come infermiere, sperimentando l’adozione di molle attaccate ai lettini dell’ospedale per consentire ai degenti di fare ginnastica e tonificare i muscoli prima ancora di mettersi in piedi e camminare.

Dopo la guerra Pilates tornò in Germania per un breve periodo ma poi si trasferì a New York, dove il suo metodo ebbe un immediato successo, soprattutto presso i ballerini quali Gorge Palanchini e Martha Graham. Fino a qualche tempo fa esso rimase un segreto limitato all’ambiente dei ballerini classici, finché venne scoperto da atleti, attori e gente comune. In questi ultimi anni il successo del Pilates non ha fatto che aumentare. 

CHE COSA E’

Sebbene il metodo Pilates sia andato mutando con il passare del tempo, i suoi principi base sono rimasti inalterati. Nel pilates ogni movimento è minuziosamente  studiato in vista del massimo risultato, il che esige concentrazione. Nel metodo pilates la posizione e il movimento di ogni parte del corpo sono estremamente importanti, e il corpo si muove come un sistema integrato. Quanto più correttamente si usa il corpo nel corso degli esercizi, quanto più correttamente si userà il corpo in qualsiasi altra circostanza. La postura migliorerà e scompariranno le rigidità e le tensioni, nonché soprattutto i problemi della schiena derivanti da una postura scorretta. Il pilates è un tipo di ginnastica estremamente rilassante, i cui movimenti lenti e ritmici sono di per sé una cura per lo stress, tanto che chi la pratica ne esce con la sensazione di essere più carico e più sereno.

I principi base del Pilates sono: la concentrazione, la respirazione, la cintura di forza, la fluidità dei movimenti e il rilassamento.

- La concentrazione: è fondamentale non solo perché è importante che ogni parte del corpo si muova o assuma posizioni corrette, ,a anche perché quando ci si concentra in questo modo sul corpo, la mente si distacca dalle preoccupazioni e dalle ansie fino a raggiungere un profondo rilassamento.

- La respirazione: è di fondamentale importanza il modo in cui si respira. Si devono fare respiri profondi, ritmici e tali da coinvolgere quanto più possibile l’organismo. Altro punto saliente è: quando respirare. Si deve respirare nel momento del massimo sforzo. Non è un modo di respirare comune, anzi è l’opposto di quanto si fa di solito, ma aiuta a rilassarsi nello stesso momento in cui si esegue un movimento. Se si inspira durante lo sforzo non si fa altro che contrarsi. Questo sistema di respirazione è di particolare importanza quando si pratica il pilates con lo scopo di alleviare i problemi della schiena, in quanto così si evita di sommare lo sforzo del movimento alle tensioni dell’inspirazione.

- La cintura di forza: è costituita da tre elementi principali: la schiena, l’addome e le natiche. Se i muscoli di questa cintura sono deboli, qualsiasi disturbo della schiena peggiorerà, ed essa sarà sempre più esposta a lesioni e affaticamento. Una zona soggetta alle tensioni è la parte superiore della colonna vertebrale, ma se si impara a muovere la braccia in modo corretto ( facendo leva sulla zona centrale della colonna vertebrale invece che sulle spalle), queste tensioni scompariranno.

Quasi tutti gli esercizi cominciano con una spinta dell’ombelico verso la schiena. Tale spinta rafforza i muscoli addominali, e muscoli addominali forti sono il presupposto per la difesa e il rafforzamento della schiena.  

Il terzo elemento di questa cintura sono i muscoli delle natiche. Contraendoli nel corso degli esercizi, si tonificano e, portando il corpo in allineamento perfetto, migliora la postura e si protegge la schiena da lesioni e affaticamento.

-La fluidità dei movimenti: movimenti improvvisi e bruschi possono essere pericolosi per la schiena. Nel metodo pilates ogni movimento fluisce lentamente da quello precedente. I movimenti sono ritmici e la velocità è determinata dal ritmo della respirazione. Tale tecnica riscalda i muscoli e li allunga. I movimenti lenti, inoltre, danno il tempo di prendere consapevolezza di ogi parte del corpo così da eseguire tutti gli esercizi con precisione e coordinazione.

- Il rilassamento: gli sforzi e l’affaticamento della vita moderna possono dare luogo alla contrazione e alla tensione dei muscoli, le quali a loro volta causano cefalee, dolori e malesseri a danno della schiena. Questi esercizi, dunque, aiuteranno ad alleviare ad alleviare le tensioni,a ripristinare il livello della forza e a indurre uno stato di serenità mentale. 

AMBIENTE

L’ambiente ideale è la palestra, dove l’attività in gruppo sotto la guida di un istruttore  è più emotivamente, piacevole e più rassicurante, laddove l’istruttore può correggere eventuali posture errate e dannose. Ma gli esercizi possono essere eseguiti anche a casa,qualora si disponga di spazio e di corrette istruzioni. L’ambiente migliore deve essere tranquillo ed arieggiato, la superficie regolare e una luce soffusa puòaiutare a rilassarsi maggiormente. 

ATTREZZATURA

L’abbigliamento deve essere comodo, in modo da eseguire i movimenti senza difficoltà. Per gli esercizi a terra è necessario un tappetino o un materassino ed è consigliabile l’uso di uno specchio per controllare l’esecuzione corretta dei movimenti e per verificare la corretta postura del corpo. 

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ASINARA FOTOGRAFIA SAN GAVINO

www.ambrosiafitness.it

Il contenuto delle pagine di questo sito , testi e fotografie , è di proprietà esclusiva dell'associazione Ambrosia , sede legale via Petronia  n 43 Portotorres   ( SS )  tel. e fax 079513053  :é pertanto coperto dal copyright e  non  può essere  riprodotto in toto o in parte senza un'autorizzazione scritta. .