FITNESS E BENESSERE

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ASINARA FOTOGRAFIA FITNESS

 

KICK BOXING

Il Kick boxing fa parte delle discipline sportive ispirate alle arti marziali, tanto che neasce in Giappone negli anni ’70 e si diffonde negli U.s.a. come Jappanese Kick Boxino. L’arrivo del Kick Boxino in Italia è recente, ma promette di ricalcare il gran successo che oggigiorno riscuote negli States. Le tecniche fondamentali del Kick Boxing si basano su calci, pugni e spazzateabilmente cordinati. Da evidenziare il fatto che si tratta di sistemi di combattimento totali, anche se non hanno le prese corpo a corpo, utili per la difesa personale.

E’ indicato indistintamente per uomini, donne e bambini perché gli allenamenti si basano su un’attenta preparazione fisica, con particolare attenzione al riscaldamento e alla tecnica per sviluppare l’agilità, l’equilibro e la velocità nello sferrare i colpi. Questa arte marziale è importante per stabilire un buon rapporto con il proprio corpo e per acquisire un giusto senso di equilibrio sia fisico che morale

 

La fit boxe, chiamata anche aerobica boxata, consiste nel connubio di tre discipline: l’aerobica, le arti marziali e i sacchi mobili. Questi ultimi a differenza della boxe non “penzolano” dal soffitto, ma grazie ad una robusta base sono saldamente ancorati a terra. La curiosità della fit boxe è che, a differenza di tutte le arti marziali, è nata in occidente e poi si è diffusa in oriente. E’ un allenamento ideale per bruciare parecchie calorie (in una lezione di fit-boxe si possono bruciare dalle 300 alle 500 calorie, a secondo dell’individuo e del ritmo) e per ottenere ottimi risultati a livello fisico: massimo rassodamento di gambe, glutei e addominali. Ma quali sono i motivi del successo della FITBOXE? La buona riuscita di questa disciplina consiste nel fatto che permette di scaricare - attraverso calci, pugni e gomitate sferrati a ritmo di musica – tutte le tensioni accumulate durante la giornata. Infatti lo scopo di questa disciplina non è quello di colpire e neutralizzare l’avversario, poiché calci e pugni sono lanciati contro il sacco, il suo obiettivo è quello di migliorare la forma fisica attraverso un allenamento aerobico. I principali motivi che spingono una atleta a frequentare un corso di fit Boxe sono: dimagrire, rassodare il corpo, scaricare le tensioni e, perché no, divertirsi! Una lezione di fit boxe si fa in gruppo, e non è necessario un abbigliamento specifico, solo dei guanti tecnici, senza dita e rinforzati da una piccola imbottitura. Su ciascun bersaglio (il sacco appoggiato a terra) lavorano contemporaneamente due persone, a ritmo di musica e con l’aiuto di coreografie, abbinate a ripetizioni continue di piccole combinazioni di colpi. 

Una lezione di fit boxe è suddivisa in 6 fasi

1. RISCALDAMENTO (in questa fase è importante non cominciare subito a colpire il sacco)

2. STRETCHING (Le teorie di allungamento muscolare distinguono diversi metodi: allungamento dinamico e allungamento statico, che possono essere attivi o passivi. Nel metodo dinamico si arriva fino al limite dell'allungamento con estensione graduale. AI contrario, l'allungamento statico è finalizzato al mantenimento di una certa posizione. Entrambi i metodi possono essere eseguiti in modo attivo o passivo, ma mentre l'allungamento attivo si ottiene mediante la contrazione dei muscoli antagonisti, quello passivo è eseguito senza tale prestazione muscolare e si avvale dell'aiuto di un partner o di attrezzi specifici. Quando parliamo di stretching, ci riferiamo sempre all'allungamento statico attivo. Da sottolineare che questa fase è molto importante poiché l’esecuzione dei calci potrebbe causare strappi o stiramenti.

3. CARDIO WORKOUT La fase di cardio workout è la fase centrale dell'allenamento. In velocità può arrivare anche a 150/160 BPM se si eseguono solo tecniche di braccia. Tre sono le modalità: libero, circuito e interval training. Per quanto riguarda il potenziamento muscolare, è fondamentale non trascurare mai di allenare ogni gruppo muscolare almeno due volte a settimana. I gruppi muscolari fondamentali sono 11: addominali, glutei, interno ed esterno cosce, esteriori del tronco, pettorali, bicipite, tricipite, dorsali, spalle e gambe. Questi possono essere allenati in vari modi: a corpo libero, con l'ausilio di attrezzi, con circuit training, con interval training, a coppie. Risulta opportuno utilizzare le modalità disponibili per variare sempre, evitando così la noia degli esercizi. L'utilizzo della musica è fondamentale.

4. POTENZIAMENTO MUSCOLARE

5. RELAXERCISE FITNESS

Le tecniche di rilassamento aiutano, perché con esse ci si riappropria del corpo (imparando ad amarlo, ascoltarlo e rispettarlo), si impara a regolare il respiro ed a rilassare i muscoli, rilassando di conseguenza anche la mente, diminuendo quindi la tensione interna e l'emotività.

6. FIT ANIMATION  

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ALIMENTAZIONE ASINARA FOTOGRAFIA SAN GAVINO

www.ambrosiafitness.it

Il contenuto delle pagine di questo sito , testi e fotografie , è di proprietà esclusiva dell'associazione Ambrosia , sede legale via Petronia  n 43 Portotorres   ( SS )  tel. e fax 079513053  :é pertanto coperto dal copyright e  non  può essere  riprodotto in toto o in parte senza un'autorizzazione scritta. .