Home

About us

Site map

Contact us

Medicina sportiva Apnea Asinara Fotografia

  asinara home  > 

Asinara  photogallery >

Cala d'Oliva

Arrivando da Trabuccato, sia via mare che via terra, Cala d’Oliva appare quasi improvvisamente, con l’aspetto di un minuscolo villaggio costiero, caratterizzato dal colore bianco delle case.Il borgo è costituito da edifici bassi ad uno o due piani nella parte “vecchia”, mentre la zona più alta, per la concentrazione delle principali attività legate alla vita del carcere, è caratterizzata da strutture più complesse, come la Casa del Direttore, gli uffici della Direzione (di colore rosato), la ex Caserma Agenti, oggi  l'Ostello , l’officina, la falegnameria, il Bunker, il mattatoio, il caseificio, il Mantenimento e l’edificio della ex Diramazione Centrale, oggi Centro di Educazione Ambientale.

Le case sono separate da strette stradine pavimentate in pietra scistosa; ai lati della via centrale sono presenti due file di edifici a schiera che portano verso la piazzetta con la chiesetta. Le tipologie d’uso sono prevalentemente abitative, ma sono presenti infermeria, scuola, bar, dispensa agricola, pizzeria e anche un piccolo cinema. Dal centro del villaggio partono diverse stradine: una conduce verso il porticciolo, raggiungibile anche attraverso una scalinata; una verso gli alloggi costieri che termina con l’edificio della foresteria, rivestita in mattoni rossi, da ricordare per aver ospitato i magistrati Falcone e Borsellino, oggi Caserma del Corpo Forestale; una che risale lungo il paesino sino alla Diramazione Centrale per proseguire, in terra battuta, sino ad Elighe Mannu.Per raggiungere quest’ultima località si percorre (nord) la strada sterrata che dall’ex carcere della Diramazione Centrale arriva a Case Bianche, struttura carceraria a corte aperta, con muri di colore bianco che contrastano l’azzurro di porte, infissi ed inferriate. A partire da Case Bianche il paesaggio cambia completamente, e ricorda quello delle zone interne della Sardegna. Questo è il Sentiero del Leccio (7), con aree di sosta e ristoro, sorgive e canali d’acqua che scorrono tra i lecci. Alla sommità, la Caserma dell’Ente Foreste, di colore rosa, e l’Osservatorio Botanico di Elighe Mannu, costituito da alcuni edifici disposti asimmetricamente in un punto da cui si può godere di una straordinaria veduta panoramica. Varianti sono la salita verso Punta Scomunica (ovest), la cima più alta dell’isola, con paesaggio inconsueto e unico e, per chi se la sente, la discesa verso Cala d’Arena e Punta dello Scorno (est) oppure verso Maestre Serre e Case Zonca (sud-est).

Cala d'Oliva

Chiesa di Cala d'Oliva

Piazza centrale a  Cala d'Oliva

Se da Cala d’Oliva si seguono le segnalazioni per Punta Sabina (nord) si percorre invece il Sentiero del Faro (8), di cui Cala dei Ponzesi è una breve variante “balneare”. La strada sterrata per Punta dello Scorno costeggia in quota le falesie sul mare, tra enormi e rotondeggianti cespugli di euforbia, in mezzo ai quali non è difficile osservare l’ultima popolazione di asino grigio sardo allo stato di totale feralità. Oltrepassata Cala d’Arena e la torre costiera, si arriva al faro di Punta dello Scorno, struttura “inquietante” per la sua austerità e solitudine, punto di riferimento per tutte le rotte del mare di Sardegna.Una deviazione (sud-ovest) porta ai ruderi dell’ex-Semaforo, vecchia stazione meteorologica dell’Aeronautica, oggi posatoio per falchi.

asinelli a Cala d'Oliva

La casa rossa di Cala d'Oliva ( abitarono Falcone e Borsellino )

il campanile e la torre di Cala d'Oliva

Da Cala d’Oliva può essere percorso un ulteriore sentiero (sud) ver­so la torre omonima e il cannone, sino a raggiungere un piccolo piop­peto non autoctono, luogo di sosta e d’ombra fresca anche in piena estate. Oltre la strada inizia il Sentiero del Lavatoio (9), che prende il nome dalla struttura semidiroccata che si costeggia (ovest, poi nord). Tra alberi da frutto, olivastri e capre selvatiche ci si inerpica per una breve e­scursione sino alla diga del Pe­corile, percorrendo il sentiero di recente ricostruito dal personale dell’Ente Foreste della Sardegna.

La casa del Direttore

 

 

 

 

 

la madonna di Cala d'Oliva

case e vecchie strade a Cala d'Oliva

 

il cimitero di Cala d'Oliva

La chiesa di Cala d'Oliva

La chiesa di Cala d'Oliva

HOME

ABOUT US

SITE MAP

CONTACT US

MEDICINA SPORTIVA ASINARA FOTOGRAFIA

www.ambrosiafitness.it

Il contenuto delle pagine di questo sito , testi e fotografie , è di proprietà esclusiva dell'associazione Ambrosia , sede legale via Petronia  n 43 Portotorres   ( SS )  tel. e fax 079513053  :é pertanto coperto dal copyright e  non  può essere  riprodotto in toto o in parte senza un'autorizzazione scritta. .